La riforma del 2007

Il danneggiato deve essere risarcito! La riforma in materia di risarcimento danni da sinistro stradale, prevede il risarcimento diretto da parte della compagnia di assicurazione del danneggiato che non si ritenga in tutto o in parte responsabile del sinistro: in virtù di essa, infatti, chi è rimasto coinvolto in un incidente, senza riportare lesioni di grave entità, deve rivolgere la richiesta di indennizzo direttamente alla propria assicurazione, che provvederà alla liquidazione del danno in tempi celeri. L'assicurato ha l'onere di compilare il c.d. modulo blu, ossia il modulo di constatazione amichevole del danno (CAI o CID), che dovrà essere presentato alla propria compagnia di assicurazione.

La compagnia di assicurazione è obbligata a formulare offerta di risarcimento entro 60 giorni dal ricevimento della richiesta per i danni alle cose o al veicolo ed entro 90 giorni per i danni alle persone.
Il termine di 60 giorni si riduce a 30 se entrambi i conducenti hanno sottoscritto congiuntamente il modulo blu.


Scegli bene la tua Assicurazione

E' importante mettere in evidenza che, con la nuova legge, è la tua compagnia di assicurazione che, nei casi previsti, ti deve risarcire. Pertanto č preferibile, ancor più di prima, che la tua assicurazione abbia un ufficio o una agenzia nel luogo dove risiedi in modo da avere un rapporto personale e soprattuto immediato con il liquidatore che sarà il tuo unico punto di riferimento nel corso della pratica.




Sito ideato dall' Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.011 secondi