Istruzioni per l'Invio e la Conservazione della Fattura Elettronica

In questa pagina vediamo come fare, una volta creato il file xml della fattura elettronica con la nostra applicazione gratuita o con altro software, per inviarlo al Sistema di Interscambio (SDI) e come si effettua la conservazione a norma di legge in modo gratuito e direttamente online.

  1. Firma digitalmente il file xml della fattura elettronica con il dispositivo di firma digitale che utilizzi abitualmente.
    Formati ammessi: CAdES-BES (estensione del file: .xml.p7m) e XAdES-BES (estensione del file: .xml).

    NOTA:
    E' necessario che il software utilizzato per la firma sia in grado di valorizzare il parametro 'signing time', che riporta data, ora e time zone e che assume il significato di riferimento temporale, motivo per cui non serve apporre la marca temporale alla fattura (maggiori informazioni).

  2. Invia la fattura firmata al Sistema di Interscambio scegliendo una delle due modalità seguenti (approfondisci l'argomento):

    A) Trasmissione Online tramite il sito FatturaPA

    Entra nel sito con le credenziali Entratel/Fisconline oppure tramite CNS (Carta Nazionale Servizi).
    Se utilizzi la CNS devi registarla la prima volta tramite una semplice procedura guidata.

    Una volta entrato, per inviare la fattura accedi al menu "Strumenti" --> "Inviare via web la Fattura PA".
    Dopo aver selezionato il file e cliccato su [Invia] il sistema effettuerà subito i controlli di validità del file.
    Se non vi sono errori, la fattura sarà inoltrata subito al Sistema di Interscambio che provvede in automatico a trasmetterla al destinatario (se abilitato alla ricezione) dopo un certo lasso di tempo.
    Per controllare l'esito dell'invio e visualizzare le relative informazioni, tra cui la ricevuta di consegna, accedi al menu "Monitorare la Fattura PA" e cerca il documento tra le Fatture Emesse o Trasmesse.
    Una volta individuato il documento, clicca sul nome del file e consulta la sezione "Notifiche" in fondo alla pagina.

    NOTA:
    Per i documenti più vecchi di 90 giorni è obbligatorio specificare nei parametri di ricerca l'intervallo di date che non può essere superiore a 3 mesi.

    Trasmetti online la fattura elettronica

    B) Invio tramite PEC

    Dal tuo programma di posta crea una PEC e allega la fattura elettronica xml firmata.

    L'indirizzo a cui inviare la PEC è il seguente:

    Per il primo invio: sdi01@pec.fatturapa.it

    Per gli invii successivi all'indirizzo che ti verrà comunicato dal SDI nella prima email di risposta che generalmente non cambia fino ad eventuale nuovo avviso.

    Invia la PEC con la fattura utilizzando il tuo account di Posta Elettronica Certificata.

    Oltre alle normali ricevute di consegna e accettazione della PEC, riceverai dal SDI una PEC con allegato il file messaggio che può contenere la ricevuta di consegna o la notifica di scarto con gli errori riscontrati (per leggere gli errori puoi utilizzare questo servizio).

    La risposta da parte del SDI non è immediata per cui ti consigliamo di attendere prima di controllare la casella PEC.

  3. Conserva la fattura secondo la normativa vigente (per saperne di più).

    Anche la conservazione della fattura elettronica, così come l'invio, può essere effettuata gratuitamente online tramite il servizio di conservazione messo a disposizione dall'Agenzia delle entrate cui si accede con le credenziali Entratel/Fisconline, SPID o CNS (Carta Nazionale Servizi).

    Una volta entrato nel portale, clicca su "Fatturazione elettronica" (primo riquadro a sinistra) e successivamente sul menu "Conservazione" in alto.
    Clicca su "Fai una nuova richiesta di conservazione" e seleziona dal tuo computer il file XML della fattura elettronica da inviare al Sistema di Conservazione.

    Dopo aver cliccato su "INVIA" il sistema comuncherà l'esito dell'operazione: normalmente servono 72 ore prima che la richiesta venga presa in carico.
    Per monitorare lo stato delle richieste accedi al menu "Monitoraggio delle richieste".

    Accedi al servizio di conservazione gratuito

    Come alternativa, se il tuo commercialista dispone degli strumenti per effettuare la conservazione conto terzi, puoi accordarti per inviargli periodicamente le fatture elettroniche da conservare.

    NOTA:
    Per l'accesso al servizio di conservazione tramite Entratel/Fisconline, oltre al codice fiscale ed alla password, serve anche il PIN di 10 cifre rilasciato al momento dell'iscrizione.

Prova la nostra applicazione per la fatturazione elettronica




Sito ideato dall' Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451
Pagina generata in 0.018 secondi