Le categorie catastali identificano i beni immobili in base alle loro caratteristiche e sono suddivise nei cosiddetti "gruppi catastali" in base alla tipologia degli immobili o alla destinazione d'uso.
In attesa dell'annunciata riforma del catasto, finalizzata alla rimodulazione dei criteri per il calcolo relle rendite immobiliari ai fini fiscali, queste solo le categorie catastali attualmente in vigore.

NOTA: Posizionando il mouse sull'icona "informazioni" č possibile visualizzare eventuali note informative sulla categoria oltre al relativo moltiplicatore catastale, utilizzato assieme al coefficiente di rivalutazione per determinare il valore dei beni immobili nei casi previsti dalla legge (vedi anche il calcolo del valore catastale).

Gruppo:

Gruppo A - Abitazioni e uffici

A/1Abitazioni di tipo signorile
A/2Abitazioni di tipo civile
A/3Abitazioni di tipo economico
A/4Abitazioni di tipo popolare
A/5Abitazioni di tipo ultrapopolare
A/6Abitazioni di tipo rurale
A/7Abitazioni in villini
A/8Abitazioni in ville
A/9Castelli, palazzi di eminenti pregi artistici o storici
A/10Uffici e studi privati
A/11Abitazioni ed alloggi tipici dei luoghi

Gruppo B - Immobili destinati a servizi

B/1Collegi e convitti, educandati, ricoveri, orfanotrofi, ospizi, conventi, seminari, caserme
B/2Case di cura ed ospedali (senza fine di lucro)
B/3Prigioni e riformatori
B/4Uffici pubblici
B/5Scuole e laboratori scientifici
B/6Biblioteche, pinacoteche, musei, gallerie, accademie che non hanno sede in edifici della categoria A/9
B/7Cappelle ed oratori non destinati all'esercizio pubblico del culto
B/8Magazzini sotterranei per depositi di derrate

Gruppo C - Immobili commerciali e pertinenze

C/1Negozi e botteghe
C/2Magazzini e locali di deposito
C/3Laboratori per arti e mestieri
C/4Fabbricati e locali per esercizi sportivi (senza fine di lucro)
C/5Stabilimenti balneari e di acque curative (senza fine di lucro)
C/6Stalle, scuderie, rimesse, autorimesse (senza fine di lucro)
C/7Tettoie chiuse od aperte

Gruppo D - Immobili a destinazione speciale

D/1Opifici
D/2Alberghi e pensioni (con fine di lucro)
D/3Teatri, cinematografi, sale per concerti e spettacoli e simili (con fine di lucro)
D/4Case di cura ed ospedali (con fine di lucro)
D/5Istituto di credito, cambio e assicurazione (con fine di lucro)
D/6Fabbricati e locali per esercizi sportivi (con fine di lucro)
D/7Fabbricati costruiti o adattati per le speciali esigenze di un'attività industriale e non suscettibili di destinazione diversa senza radicali trasformazioni
D/8Fabbricati costruiti o adattati per le speciali esigenze di un'attività commerciale e non suscettibili di destinazione diversa senza radicali trasformazioni
D/9Edifici galleggianti o sospesi assicurati a punti fissi del suolo, ponti privati soggetti a pedaggio
D/10Fabbricati per funzioni produttive connesse alle attività agricole
D/11Scuole e laboratori scientifici privati
D/12Posti barca in porti turistici, stabilimenti balneari

Gruppo E - Immobili a destinazione particolare

E/1Stazioni per servizi di trasporto, terrestri, marittimi ed aerei
E/2Ponti comunali e provinciali soggetti a pedaggio
E/3Costruzioni e fabbricati per speciali esigenze pubbliche
E/4Recinti chiusi per speciali esigenze pubbliche
E/5Fabbricati costituenti fortificazioni e loro dipendenze
E/6Fari, semafori, torri per rendere d'uso pubblico l'orologio comunale
E/7Fabbricati destinati all'esercizio pubblico dei culti
E/8Fabbricati e costruzioni nei cimiteri, esclusi i colombari, i sepolcri e le tombe di famiglia
E/9Edifici a destinazione particolare non compresi nelle categorie precedenti del gruppo E

Gruppo F - Entità urbane

F/1Aree urbane
F/2Unità collabenti
F/3Unità in corso di costruzione
F/4Unità in corso di definizione
F/5Lastrici solari

Gruppo T - Terreni

TTerreni agricoli
Valuta il servizio:
4.7 / 5 (102voti)

Indice


Calcola quanto pagherai di IMU per la seconda casa e gli altri immobili con il calcolo IMU.


Se vuoi calcolare il valore catastale di un qualsiasi bene immobile a partire dalla sua rendita utilizza questa applicazione.

NOTA:
La normativa fiscale italiana prevede l'utilizzo di moltiplicatori catastali differenti per quanto riguarda il calcolo dell'IMU e della TASI rispetto agli altri ambiti.
Il valore che si ottiene dai moltiplicatori catastali di questa tabella non va utilizzato quindi come base imponibile per il calcolo delle suddette imposte ma solo per le finalitą illustrate nella pagina dell' applicazione di calcolo, come ad esempio il calcolo dell' imposta di successione o la tassazione delle compravendite.




Sito ideato dall' Avvocato Andreani - Ordine degli Avvocati di Massa Carrara - Partita IVA: 00665830451 - Polizza Generali: 271920590
Pagina generata in 0.019 secondi